Vicolo Boccacavalla 3/F 31044 Montebelluna (TV)
0423.289090
info@bbinternational.com

L’importanza strategica dei dati in ottica 4.0

Le agevolazioni fiscali in chiave Industria 4.0 sono ancora più semplici e vantaggiose, grazie a Transizione 4.0.

Quali sono le agevolazioni ed i vantaggi fiscali che un’azienda può beneficiare nel 2021?

Macchinari, attrezzature, software

Nel 2021, rispetto al 2020, i benefici per chi acquista macchinari sono migliorati a causa dell’ aumento sia delle aliquote che del massimale annuo! Una volta si parlava di superammortamento e iperammortamento, poi il governo un anno fa lo ha sostituito con un altro strumento fiscale: il credito d’imposta.

Il rinnovo è retroattivo, perché copre investimenti effettuati a partire dal 16 novembre 2020, e vale per tutto il 2022. In più c’è la possibilità di far valere anche un semplice acconto di almeno il 20% pagato al fornitore sempre entro il 2022, a patto che il bene acquistato venga poi consegnato entro il 30 giugno 2023.

Per tutte le macchine dotate di interconnessione ai sistemi informatici,
si prevedono tre scaglioni con un’ aliquota del 50% per costi ammissibili fino a 2,5 mil di euro.

Nel caso di beni strumentali immateriali 4.0, l’aliquota sale, per tutto il periodo della proroga, dal 15 al 20% e il massimale da 700mila euro a 1 milione.

Anticipazione e riduzione della compensazione dei crediti

Una delle novità significative introdotte con questa manovra è la riduzione da 5 a 3 anni, per tutti i crediti d’imposta per beni strumentali, del tempo minimo di fruizione dei crediti . Questo rende più rapido e intenso il vantaggio fiscale.

Cosa deve fare l’impresa per godere dell’agevolazione?

E’ necessario che le macchine siano interconnesse: una caratteristica fondamentale per raccogliere adeguatamente i dati e analizzarli in maniera corretta per una valutazione delle performance produttive. Come fare, quindi, per far sì che l’interconnessione sia effettivamente stabilita?

Il fenomeno Industria 4.0 a cui stiamo assistendo da qualche anno, trova nel software MES uno degli elementi principali di questo processo di digitalizzazione. I sistemi MES sono infatti strategici per l’aumento dell’automatizzazione delle procedure di monitoraggio e raccolta dati. Nello specifico, il sistema MES si inserisce all’interno del processo produttivo nel momento in cui la produzione è già avviata. Questa soluzione ha infatti il compito di monitorare i dati e raccoglierli per restituirli in tempo reale al software gestionale per permettere di creare pianificazioni aggiornate e ottimizzare l’efficienza di tutta l’azienda.

L’interconnessione inoltre con i macchinari di produzione consente di evitare azioni ripetitive e non a valore da parte degli operatori. Di scambiare con i macchinari informazioni legate al flusso informativo e dei dati di processo della macchina. In questo modo è possibile analizzare i trend storici e attivare un processo predittivo degli errori umani e dell’efficienza di utilizzo dei macchinari.

Il MES si inserisce tra i sistemi gestionali ed i reparti produttivi, colmando il gap e permettendo di ottimizzare i processi ed i flussi logistici, avendo sempre a disposizione informazioni chiare e precise, in tempo reale.

Grazie alla sua capacità di collegarsi direttamente con i macchinari è un sistema che monitora la comunicazione degli ordini, gli avanzamenti della produzione ed il versamento a magazzino.

Naturalmente il software MES si interfaccia con il software ERP. Con la sua struttura modulare e la sua caratteristica di scalabilità, si adatta ad aziende di diversa dimensione e complessità organizzativa.

Il miglior vantaggio nell’utilizzo di un MES?

La comprensione delle condizioni della macchina in real time. In caso di fermo macchina saranno gli operatori a bordo macchina a dichiarare, al momento della ripresa del lavoro, il motivo del fermo. Vi è la possibilità di integrare i dati mancanti ed effettuare una serie di analisi sull’operato degli addetti alla produzione, anche qualora non compilassero le dichiarazioni richieste. Tutti questi preziosi dati vengono trasmessi all’ERP che calcola i costi e pianifica adeguatamente la produzione e le spedizioni, minimizzando le inefficienze.

B+B da molti anni propone soluzioni che si avvantaggiano delle agevolazioni fiscali soprattutto per quanto riguarda l’interconnessione con l’industria 4.0.

I nostri plotter da taglio, cordonatura e fresa Kongsberg con il modulo Kongsberg Connect per la connesione dei dati agli applicativi aziendali e i nostri software attraverso moduli come il Mes per la rilevazione dei dati a bordo macchina e l’ integrazione di Packway con il sito e-commerce del cliente, sono servizi che favoriscono la digitalizzazione delle attività.

Come viene svolta l’interconnessione da B+B?

Per poter efficacemente implementare un’interconnessione efficiente, è necessario coinvolgere molti attori di aziende diverse. Il cliente finale, B+B, il perito, il produttore della macchina e l’azienda che realizza il software a bordo macchina oltre al sistemista.

Il produttore della macchina ed il fornitore del software (spesso inglobati in un’unica figura) hanno un protocollo di interfacciamento già definito. B+B lo analizza e verifica per poter proporre una soluzione che si adatti a specifiche e si integri perfettamente con il modulo di “Packway bordo macchina” in modo trasparente.

Dalla scheda tecnica del cliente, B+B cerca di comprendere quali dati inviare alla macchina sia essa una fustellatrice, macchina da stampa, piega e incolla ecc, riducendo la fase di inserimento manuale dei dati da parte dell’operatore.

La fase più delicata di tutto il processo sarà quella relativa al test ed al collaudo che verrà eseguito direttamente dal cliente finale. Per assicurare un’infrastruttura funzionante, sarà necessario coordinare molti aspetti. Tra i quali: i collegamenti di rete tra server, il pc supervisore della macchina, i servizi utilizzati ecc.

Un ottimo vantaggio deriva anche dalla produzione di articoli ripetitivi, i quali dopo il primo inserimento, vengono gia compresi attraverso i dati dalla macchina che svolge in automatico la lavorazione.

I benefici derivanti da un’interconnessione dei sistemi

Il beneficio dell’avere un sistema interconnesso è duplice:

  • una riduzione degli errori
  • una riduzione del tempo di avviamento delle macchine.

Ad oggi molti clienti hanno potuto usufruire di questo rivoluzionario modo di operare e altri lo stanno testando.

I nostri clienti si affidano a B+B non solo per la parte tecnica dell’interfacciamento ma consci della nostra esperienza nel settore, spesso ci chiedono di guidarli nell’indicare i flussi dati per e dalla macchina. Questo con il duplice fine di ridurre notevolmente il tempo di attrezzaggio e nel contempo evitare gli eventuali errori dovuti dall’inserimento manuale. Inoltre, per l ‘analisi dei dati raccolti, l’interconnessione è fondamentale per evidenziare le prestazioni hardware, per individuare le criticità di produzione ed intraprendere azioni correttive.

Per avere maggiori informazioni, Contattaci.

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Il tuo numero di telefono (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    ACCONSENTO CHE I MIEI DATI VENGANO UTILIZZATI per le finalità descritte nell' informativa sulla privacy