Vicolo Boccacavalla 3/F 31044 Montebelluna (TV)
0423.289090
info@bbinternational.com

Software gestionale per cartotecniche e scatolifici? Una scelta strategica dal vantaggio competitivo

Spesso parlando con diversi operatori cartotecnici, scatolifici e di stampa digitale capita di non cogliere la comprensione del beneficio di lungo periodo derivante dall’impiego di un software gestionale, a tal punto che per qualche imprenditore l’acquisto di un software gestionale rappresenta un mero costo da spesare nell’esercizio.

Il software gestionale rappresenta l’insieme dei software che automatizzano i processi di gestione all’interno delle aziende cartotecniche, scatolifici o di stampa digitale.

Il software gestionale è un ottimo supporto per i processi operativi  e direzionali aziendali e di scambio d’informazione tra uno o più reparti dal livello più basso a quello più alto della scala gerarchica.

Inoltre, il software gestionale è un importantissimo supporto alle decisioni strategiche in quanto è in grado di effettuare previsioni di performance sulla base di dati storici aziendali in modo da permettere una migliore scelta strategica e di controllo di gestione da parte del management.


Che cos’è e perché è importante il controllo di gestione?

Il controllo di gestione è un sistema operativo che consente all’azienda di ottenere un feedback riguardo al proprio operato, alle prospettive e agli obiettivi di mercato. È uno strumento essenziale per individuare i settori più proficui dell’attività e per migliorare quelli meno performanti.

Il controllo di gestione è un’attività in grado di analizzare risorse economiche e fattori produttivi, assicurando l’impiego di tali risorse nel modo più adeguato a fini di guadagno e di raggiungimento degli obiettivi operativi.

Per far crescere il proprio business è necessario un lavoro costante di miglioramento che parte da un’analisi approfondita dei processi interni. Quando si chiede ad un’azienda cartotecnica o ad uno scatolificio o ad un’azienda di stampa digitale di qualunque dimensione: “come sta andando il business?” In genere otteniamo  una risposta che riguarda il fatturato, ad esempio: “Sta andando bene, ho aumentato le entrate del 10%”. Questo è uno degli errori più diffusi: considerare solo la contabilità quando si tratta di fare un bilancio del proprio lavoro. Il controllo di gestione aziendale deve essere uno strumento di supporto al management per guidare l’impresa. Questa necessità accomuna ogni tipo di business: dalle multinazionali alle piccole e medie imprese.

Il controllo di gestione garantisce importanti vantaggi alle aziende. Infatti, consente di:

  1. ottimizzare le risorse economiche aziendali
  2. valutare l’andamento aziendale e pianificare obiettivi operativi
  3. evidenziare il ruolo preciso di ogni attività produttiva

La Business Intelligence come supporto Direzionale

Tra gli strumenti da utilizzare per dare inizio al cambiamento, certamente c’è la Business Intelligence, ramo dell’informatica aziendale che si occupa dell’analisi dei dati. Grazie all’utilizzo di questo sistema è possibile non solo calcolare gli attuali KPI, ma anche tracciare delle statistiche per prevedere l’andamento del mercato e i trend del futuro. In un’ottica di innovazione strategica, la BI rappresenta un plus per un’ azienda, la quale potrà prevedere più facilmente come sarà la domanda di domani.

In un mondo sempre più legato alle realtà del sistema binario, è ovvio che i mezzi usati dalle aziende per la raccolta e l’elaborazione dei dati siano computerizzati. La realtà informatica permette di avere molta più accuratezza nei numeri e nelle operazioni che si svolgono con essi.

Ecco qui un elenco dei principali tool usati nel processo di Business Intelligence:

  • fogli di calcolo ;
  • dashboard: cruscotti digitali interattivi che permettono di visualizzare e controllare dati e informazioni;
  • Online Analytical Processing (OLAP): tipi di software che analizzano rapidamente i dati in maniera precisa e accurata;
  • Data Warehouse: software che estrapolano dati utili allo sviluppo di strategie;
  • analisi predittiva: strumenti che mettono in correlazione variabili esplicative e variabili target per prevedere il loro andamento nel tempo.

Usare la Business Intelligence significa integrarla a tutto il sistema operativo ed informativo, al fine di farle trasformare ogni dato raccolto in rappresentazioni grafiche e quantitative chiare ed immediate, rendendole disponibili all’interno di un ambiente dinamico e completamente interattivo, dove ogni voce può essere interrogabile e pronta ad essere analizzata in profondità fino al dettaglio della singola lavorazione, commessa o articolo di prodotto.

Il Processo dei dati in ottica Business Intelligence

I dati provengono da tutta la filiera: preventivo, conferma ordine, analisi dell’ordine dei relativi fabbisogni, acquisti ed entrate di materiale, produzione, consuntivo, spedizione al cliente e analisi economica di commessa.

Packway, il nostro software gestionale E.R.P, consente grazie al modulo dedicato alle Analisi Direzionali di confrontare Costi teorici da preventivo, Costi Teorici di produzione e Costi reali da consuntivo e costituisce il  momento di conclusione anche cronologica di tutti i fattori che concorrono a determinare costi, tempi e marginalità e a dare il polso della situazione in azienda con un accento sulla produzione ed il suo stato di salute.

Grazie alle analisi direzionali è possibile realizzare un efficientamento operativo, una volta strutturata la fase della pianificazione e delle strategie su una base analitica solida, permettendo all’azienda un importante vantaggio competitivo ed un margine di guadagno maggiore. Parte della fase di analisi svolta grazie alla business intelligence può senz’altro riguardare anche l’individuazione e la risoluzione di problemi altrimenti inagibili da semplici software contabili, perchè non resi evidenti dalla modalità di visualizzazione ‘operativa’ di questi ultimi.

I dati forniti dalla Business Intelligence possono essere visualizzati sottoforma di storici o già in forma aggregata ed elaborata, in mappe geografiche interattive, per visualizzare la composizione dei mercati, oppure in grafici previsionali degli andamenti e dei trend.

Esempio di visualizzazione dei dati per l’analisi dello spedito in Power Bi di Microsoft

Un punto di forza della BI è sicuramente l’intuitività della visualizzazione grafica dei dati, grazie a strumenti come Power BI di Microsoft o Microsoft Excel.

Investire in un software gestionale e analizzare la situazione attraverso dati con la Business Intelligence significa comprendere quanto l’analisi dei dati possa essere un supporto indispensabile per fornire al processo decisionale una solida base per corroborare o smentire intuizioni, comprendere cosa sta funzionando e cosa no, dove investire maggiormente o quali attività eliminare prendendo le dovute decisioni su passaggi aziendali delicati.