Vicolo Boccacavalla 3/F 31044 Montebelluna (TV)
0423.289090
info@bbinternational.com

Le 3 variabili da considerare nella creazione di un espositore per punto vendita

La creazione di un espositore per punto vendita può risultare semplice dopo attente valutazioni degli obiettivi specifici e con l’aiuto di programmi dedicati.

Gli espositori sono una categoria di display destinata principalmente alla vendita dei prodotti nel punto vendita. Sono realizzati in cartoncino accoppiato, oppure in rivestito con carta, tessuto o altri materiali. Possono essere stampati in offset, digitale,serigrafia o a caldo e finiti con vernici, plastificazione lucida o opaca oppure plastificazioni particolari:uno strumento di marketing attivo e dinamico che trasformi il brand nel protagonista del punto vendita, rispecchiando appieno i valori che vuole promuovere con i suoi prodotti.

I più semplici sono quelli costituiti da un unico elemento verticale e bifacciale, spesso a base ellittica: questa soluzione è sicuramente la più semplice, strutturalmente facile da montare e posizionare. Subito dopo, vengono gli espositori modulari: prodotto costituito da più elementi che si posizionano in appoggio uno sull’altro o ad incastro (composto da una base e un crowner inserito sul lato superiore).

Quali variabili considerare nella creazione di un espositore per punto vendita?

  1. Definire l’obiettivo primario: in base al prodotto da promuovere, alla conoscenza del brand, agli obiettivi commerciali e di posizionamento si può considerare un espositore da terra o da banco, un totem o un pallbox: esistono molti tipi di espositori che possono avere differente capienza e spazio in cui posizionare il proprio logo o le immagini che consideriamo importanti per la sua promozione. Deve contenere più prodotti possibili o avere un crowner sufficientemente ampio da risaltare il marchio?
  2. Definire il processo produttivo per la sua creazione: quali e quanti materiali utilizzare? Quale tipo di stampa adottare? Quanto peso dovrà sostenere? Che livello di complessità si riuscirebbe a controllare? Questi tipi di domanda sono fondamentali per capire se produrre tutto all’interno o se è più conveniente esternalizzare alcune operazioni. Non meno importante saper preventivare il suo costo da proporre al cliente finale anche quando sia opportuno apportare delle modifiche last minute.
  3. Definire il processo distributivo e logistico di spedizione: si vuole realizzare un espositore a più componenti quindi spedito in più pezzi, da montare una volta arrivato a destinazione? o si vuole creare un pezzo già assemblato che si possa ridurre in un imballo e in un pallet?

Ma come si progetta un espositore? Che cosa può aiutare nella sua realizzazione?

Ci sono diversi programmi CAD in grado di poter facilitare un progettista strutturale ma pochissimi che lo possano aiutare a valutare tutte le variabili che entrano in gioco nella sua scelta.

Uno di questi è ArtiosCAD: il software specifico per la progettazione di packaging ed espositori display.

Perchè ArtiosCAD è l’editor di progettazione strutturale preferito daI migliori professionisti al mondo nel settore del packaging e del display?

Potrai trovare questa ed altre risposte nel nostro e-book LA SOLUZIONE IDEALE PER LA PROGETTAZIONE DI ESPOSITORI PER PUNTO VENDITA.

Hai bisogno di ispirazione? Visita il nostro sito www.artioscad.net