Vicolo Boccacavalla 3/F 31044 Montebelluna (TV)
0423.289090
info@bbinternational.com

Automazione in Packaging, Sign & Display al Viscom Italia

da MetaprintArt del 06/10/2016

 

Produrre packaging, sign & display in modo redditizio è una delle proposte di B+B al Viscom, con la sua rivoluzionaria Formula Digitale.

Al Viscom Italia 2016 si annunciano sorprese da parte dei grandi player. Vedremo quindi quali saranno i comuni denominatori che risalteranno regalando un valore aggiunto alla fiera grazie a un mix di creatività, innovazione e avanguardia tecnologica.
Tra questi è importante l’automazione dei processi e delle fasi produttive suggerita da B+B International (Pad 8 stand G 19) che presenterà la sua rivoluzionaria Formula Digitale.

 

Interconnessione

Lo stand del Viscom vedrà interconnesse tutte le fasi necessarie a produrre packaging, sign & display in modo reboard-feederdditizio e dinamico, dal design all’editing del file, dall’ottimizzazione della stampa analogica o digitale alla gestione complessiva del progetto con piattaforme di taglio, cordonatura e fresa digitale.

B+B International è riuscita a sviluppare negli anni una soluzione che punta sull’automazione e sull’aumento della produttività dei flussi di lavoro, grazie ai propri software legati alla gestione, sviluppati in proprio e in collaborazione con il partner Esko, per ottimizzare i processi tecnici legati alla progettazione grafica, alla prestampa e al post-stampa.

Quanto è importante avere un processo automatizzato all’interno della propria azienda?
Secondo B+B International è fondamentale. Il processo automatizzato riduce al minimo le possibili cause di errori e permette di aumentare la velocità di esecuzione delle commesse e di ottimizzare le risorse di personale a disposizione.
L’automazione e il controllo permettono di incrementare, a parità di base hardware installata e di personale, i volumi e le marginalità.

 

Macchine performanti

In qualsiasi azienda la prima fase di investimenti è legata alle macchine ma quando queste lavorano a pieno ritmo, lo stampatore si accorge che per quanto siano perforviscom2manti, la progettazione e il design del prodotto, i processi di preparazione del file, il carico e lo scarico delle macchine rubano tempo alla produzione e diminuiscono la resa delle macchine.
L’automazione comporta la massimizzazione dell’impiego delle macchine, una riduzione dei tempi di produzione, di progettazione e di controllo dei file, di programmazione della produzione e un conseguente aumento della produttività e dei margini.
In linea con questa strategia, B+B presenta il flusso di lavoro attraverso i vari step che un progetto è solito attraversare.
Vediamoli:
– Ideazione del prototipo con ArtiosCAD, scelto tra le tante proposte di ArtiosCAD Display Store, visualizzato in 3D con Studio e allocato nel punto vendita con Studio Store Visualizer.
– Ricezione e il controllo del file grafico, la normalizzazione e l’ottimizzazionviscom3e colorimetrica, il nesting e tutto il processo di prestampa tramite I-CUT Suite e Automation Engine.
– Gestione dei processi aziendali, l’eleborazione automatica di un preventivo, la programmazione della produzione e il monitoraggio dei risultati aziendali con il software gestionale Packway.
– La finitura digitale con Kongsberg C64 e il nuovissimo alimentatore iBF (in anteprima al Viscom) in grado di gestire pallet di materiali con diverse pile ad alta velocità,accessibile con carrello elevatore,strumento indispensabile per tutte le applicazioni che richiedono tirature medio-lunghe di materiali rigidi. Può essere utilizzato anche assieme a un alimentatore a bobina per materiali flessibili senza dovere sostituire l’alimentatore di pannelli.
Tutto questo sarà illustrato al Viscom e i tecnici B+B saranno a disposizione allo stand per far toccare con mano le tecnologie e i processi sviluppati dalla software house italiana di Montebelluna.